Febbraio 2024: L’attualità di Giorgio La Pira

Una forte testimonianza che diventa una bussola per tutti noi

09 Gennaio 2024

Il volume selezionato dalla redazione di ITL Libri per il mese di febbraio 2024 è Fede, politica e profezia. L’attualità di Giorgio La Pira in un mondo in cerca di pace.

A 120 anni dalla nascita del sindaco di Firenze, politico e mistico, il suo pensiero si conferma ancora oggi di grande attualità alla luce dei conflitti israelo-palestinese e russo-ucraino.

Pagine profetiche

L’attualità di Giorgio La Pira in un mondo che cerca la pace. Questo è il senso del libro Fede, politica e profezia curato dal giornalista Alberto Mattioli, che raccoglie diversi scritti dell’ex sindaco di Firenze corredati dagli autorevoli commenti di Patrizia Giunti (presidente Fondazione Giorgio La Pira), Giovanni Spinoso e Claudio Turrini, padre Gianni Festa, Piero Meucci e Mario Primicerio, Andrea Riccardi e Agostino Giovagnoli.

la pira

La Pira, il costruttore di pace

Negli anni della sua attività politica, La Pira è intervenuto in situazioni di guerra, dal Medio Oriente al Vietnam. Era “un instancabile costruttore di pace”, come scrive Patrizia Giunti, ordinario di Diritto romano e presidente della Fondazione Giorgio La Pira, nella sua prefazione: ” Pace sociale (casa e lavoro per tutti), pace spirituale (fratellanza e dialogo tra le fedi), pace mondiale (abbattiamo i muri tra i popoli perché la guerra non è più un’opzione credibile, appartiene al passato e non può dare vita a l futuro)”.

Amare la città

Per La Pira, l’edificazione della pace passava delle città: “Ognuna di esse è nel tempo una immagine lontana ma vera della città eterna. Amatela, quindi, come si ama la casa comune destinata a noi e a i nostri figli”.

Un mosaico di pensieri e ideali

Le pagine di questo volume compongono un mosaico di pensieri, ideali e riflessioni che delineano il percorso di Giorgio La Pira. Un uomo che ha saputo coniugare la sua cultura, spiritualità e impegno politico in un unico, straordinario cammino umano. Sia che siate interessati alla storia, alla religione o alla politica, questo viaggio attraverso la vita di Giorgio La Pira offre un’occasione unica per riflettere sulle molteplici dimensioni dell’esperienza umana.

In un XXI secolo dominato dalle guerre – anche in Europa – i suoi interrogativi e le sue prospettive assumono un interesse nuovo. La freschezza e la forza della sua testimonianza sono un’utile bussola per tutti noi che abbiamo bisogno di orientamento per la nostra vita personale e di cittadini.

A Palazzo Marino (Milano) il 7 febbraio 2024 si è tenuto il convegno “L’eredità di Giorgio La Pira per un mondo in cerca di pace”. Un convegno che ha voluto riflettere sull’estrema attualità dei pensieri e delle idee di Giorgio La Pira: spunti preziosi per affrontare le sfide attuali e promuovere la costruzione di un futuro più armonioso.

febbraio 2024

Con Marco Tarquinio, Patrizia Giunti, Andrea Villa, Anna Scavuzzo, Agostino Giovagnoli, Maria Teresa Antognazza e Alberto Mattioli.

Libro collegato

Mattioli Alberto
In Dialogo

 17,10

Giorgio La Pira, uomo di ardente fede, profeta di pace, politico, è stato un mistico prestato alla politica e di cui il 9 gennaio 2024 ricorrono i 120 anni dalla nascita a Pozzallo, nel sud della Sicilia. Nel luglio 1918 papa Francesco ha concesso l’autorizzazione alla Congregazione delle cause dei santi per promulgare il decreto sulle sue virtù eroiche di servo di Dio. I testi pubblicati in queste pagine tracciano idealmente il percorso umano, religioso e politico di Giorgio La Pira, uomo di eccezionale cultura e di profonda vita spirituale, che fu membro dell’Assemblea costituente, deputato nella prima Legislatura, sottosegretario al ministero del Lavoro e sindaco di Firenze. In un XXI secolo dominato dalle guerre – anche in Europa – i suoi interrogativi e le sue prospettive assumono un interesse nuovo. La freschezza e la forza della sua testimonianza sono un’utile bussola per tutti noi che abbiamo bisogno di orientamento per la nostra vita personale e di cittadini. Con testi di La Pira e contributi di: Patrizia Giunti (presidente Fondazione Giorgio La Pira), Giovanni Spinoso e Claudio Turrini, Padre Gianni Festa, Piero Meucci e Mario Primicerio, Andrea Riccardi, Agostino Giovagnoli.
Aggiungi al carrello
De Giuseppe Massimo
Centro Ambrosiano

 6,87

Nato a Pozzallo, nel profondo sud della Sicilia, ma legato a Firenze, prima come docente universitario, poi come sindaco, Giorgio La Pira ha lasciato un segno distintivo nella politica italiana.

La sua costante attenzione per i temi della pace e della giustizia sociale assunto infatti line di profonda originalità.

Il suo impegno politico, come protagonista della Costituente, sottosegretario, sindaco e deputato, è stato segnato da una forte tensione morale e volontà di rinnovamento.

Questo libro tenta di ricostruire brevemente le tappe fondamentali del percorso di La Pira nel contesto politico nazionale ed internazionale, cercando di mettere in evidenza il singolare il legame da lui instaurato tra spiritualità e prassi e di offrire una chiave di lettura per avvicinarsi alla sua esperienza di costruzione di un ponte ideale tra la dimensione del locale e quella dell'universale.

Aggiungi al carrello

La nostra newsletter

Rimani sempre aggiornato non perderti le nostre ultime novità e promozioni speciali!