Il 4 aprile 2021, Pasqua del Signore, entra in vigore la terza edizione del Messale romano, che va a toccare in alcuni passaggi lo stesso Rito della messa con il popolo. Poiché questi mutamenti entreranno anche nell’edizione del Messale ambrosiano in preparazione, è parso bene anticipare anche per le comunità di Rito ambrosiano la pubblicazione del Rito della Messa con il popolo e l’Appendice con le preghiere eucaristiche della Riconciliazione e «per varie necessità» (Centro Ambrosiano, 136 pagine , 19 euro).

Tenendo conto della scelta assunta dai Vescovi della Conferenza episcopale lombarda, il nuovo Rito della Messa diventerà obbligatorio per tutte le comunità di Rito ambrosiano a decorrere dal 29 novembre 2020, III domenica di Avvento ambrosiano. Il 29 novembre 2020, I domenica di Avvento romano, per le comunità in cui si celebra il culto divino secondo il Rito romano nell’Arcidiocesi di Milano verrà adottata la terza edizione del Messale romano.

Magnoli: «Ecco cosa cambia nel Rito della Messa dal 29 novembre» Il segretario della Congregazione del Rito ambrosiano illustra i mutamenti più significativi: l’introduzione della formula «fratelli e sorelle» e le variazioni nei testi del «Gloria», del «Padre nostro» e delle Preghiere eucaristiche

Decreto_approvazione_rito_della_messa

Decreto_adozione_nuovo_messale_romano